icona telefono

0773 403 626

OZONOTERAPIA

L’ozonoterapia è una pratica medica, oramai consolidata da anni di esperienze clinico-scientifiche e largamente utilizzata in medicina. È un rimedio naturale e sicuro, ideale per il trattamento dell’ernia lombare e di tante altre patologie.

PRENOTA VISITA

COS’E’ L’OZONOTERAPIA

È un rimedio naturale e sicuro, ideale per il trattamento dell’ernia lombare e di tante altre patologie. Questa terapia utilizza l’ozono miscelato con l’ossigeno medicale. L’ozono è un gas composto da 3 atomi di ossigeno, di cui uno instabile che tende a separarsi dagli altri due; è proprio questa instabilità a determinare gli effetti terapeutici.

La storia dell’ozonoterapia inizia circa 2 secoli fa, quando nel 1896 Nikola Tesla riuscì a brevettare il suo primo generatore di ozono, che diventò la base per la creazione dei moderni dispositivi di ozonoterapia.

Ozono: effetti terapeutici

 

L’Ozono, oltre l’attività analgesica e antinfiammatoria, ha diversi effetti benefici:

  • Azione antibatterica, fungicida e di inattivazione virale
  • Favorisce l’ossigenazione dei tessuti corporei
  • Regola il sistema immunitario
  • Provoca il rilascio di fattori di crescita che stimolano la rigenerazione osteo-articolare

 

Ozonoterapia: altri campi di applicazione

L’ozono ha molte proprietà benefiche correlate anche alle modalità di utilizzo e dalla concentrazione. Ci sono infatti ambiti di applicazione meno noti al grande pubblico, ma non per questo meno interessanti. Presso lo studio si effettuano anche sedute di insufflazione (senza alcuna puntura) per il trattamento delle sinusiti, delle cistiti ricorrenti, delle bronchiti croniche e delle disbiosi intestinali.

L’impiego dell’ozono può essere una buona soluzione anche nel trattamento di:

  • Patologie da deficit di ossigenazione (arteriosclerosi, arteriopatie obliteranti degli arti inferiori)
  • Malattie croniche e infettive (bronchite cronica, sinusite, asma allergica, diabete, steatosi epatica, epatite virale)
  • Dermatologia: herpes zoster e simplex, cellulite, piaghe da decubito
  • Patologie intestinali: disbiosi intestinale, rettocolite ulcerosa, morbo di Crohn
  • Oculistica: maculopatia diabetica, maculopatia ischemica
  • Ortopedia: artrosi e artriti, tendiniti, discopatie cervicali e lombari (ernie del disco), fibromialgia, patologie dolorose del piede, patologie della spalla e del gomito
  • Apparato genito-urinario: cistiti ricorrenti, vaginiti, candida, prostatiti
  • Anti-Aging: miglioramento delle prestazioni fisiche
  • Stati di deficienza immunitaria: immunostimolante, coadiuvante nei trattamenti con radiazioni e chemioterapia
  • Neurologia: cefalea (su base tensiva e vascolare), deficit della memoria, demenza di Alzheimer

Come si effettua l’ozonoterapia in questi casi?

A seconda della patologia e della zona da trattare, il medico individua la modalità più adatta per la somministrazione della miscela di ossigeno ozono:

  • Iniezione sottocutanea, intramuscolare e intrarticolare
  • Piccola autoemoinfusione
  • Ozonoterapia sistemica endovena o GAET (grande autoemotrasfusione) (coming soon…)
  • Ozono terapia insufflazione rettale, vaginale e vescicale
  • Insufflazioni nasali
  • Bagging
  • Idropinica (per via orale) ( coming soon…)
  • Applicazioni locali con crema, olio o acqua ozonizzata (coming soon…)

 

5 TECNICHE DI OZONOTERAPIA

La concentrazione e la quantità di ozono dipende dalla sede e dalla gravità della problematica

1

SINUSITE

Cannula per via nasale

2

CISTITE

Cannula per via uretrale

3

VAGINITE

Cannula per via vaginale

4

DISBIOSI

Cannula per via rettale

5

TESSUTI MOLLI

Infiltrazione locale

Ozonoterapia: effetti collaterali e controindicazioni

La tecnica dell’ozonoterapia è sicura ma esistono specifiche situazioni nelle quali non può essere praticata come il favismo e l’ipertiroidismo in fase acuta. A scopo cautelativo non viene praticato nelle donne incinte. Il medico sceglie il grado di concentrazione del gas a seconda della patologia da trattare e nelle situazioni in cui sono necessarie concentrazioni maggiori di ozono la persona può avvertire bruciore o dolore, ma la durata è di pochi istanti.

 

Ozonoterapia: protocolli scientifici e sicurezza

La tecnica dell’ozonoterapia è sicura ma esistono specifiche situazioni nelle quali non può essere praticata come il favismo e l’ipertiroidismo in fase acuta. A scopo cautelativo non viene praticato nelle donne incinte. Il medico sceglie il grado di concentrazione del gas a seconda della patologia da trattare e nelle situazioni in cui sono necessarie concentrazioni maggiori di ozono la persona può avvertire bruciore o dolore, ma la durata è di pochi istanti.

L’ozonoterapia è una pratica medica che utilizza gli effetti terapeutici dell’ozono, seguendo le dosi e le modalità consigliate delle linee guida della società scientifiche di Ossigeno-ozono terapia. Tutte le modalità di somministrazione indicate vengono eseguite nel nostro studio medico, secondo protocolli medici scientifici autorizzati dalle Società medico scientifiche di Ozonoterapia SIOOT (www.ozonoossigeno.it) e FIO (www.nuovafio.it), in totale sicurezza.

 

HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA MEDICA?




    Consento il trattamento dei dati personali
    vedi l'informativa sulla privacy

    © 2021 – Tutti diritti riservati